Buone pratiche agronomiche per nutrire il mondo: bando internazionale al via in vista di Expo 2015

CONAF nuova

Il presidente CONAF, Sisti: «Le Best Practices di Expo Milano 2015 diventeranno standard di riferimento e modello di sviluppo sostenibile per tutti i Paesi del mondo»

Al via un bando internazionale sulle Buone Pratiche di Sviluppo Sostenibile per la Sicurezza Alimentare “Feeding Knowledge” per gli agronomi di tutto il mondo (associati alla WAA – World Association of Agronomists, fra cui quelli italiani), in vista di Expo 2015, che vedrà sei mesi di eventi e il VI Congresso mondiale in programma proprio a Milano, nel mese di settembre 2015.

Il CONAF sta coordinando per l’Associazione Mondiale Agronomi (WAA – World Association of Agronomists) la partecipazione all’interno dell’Esposizione Universale che si svolgerà a Milano dal 1 maggio al 31 ottobre 2015. «La WAA ed il CONAF – spiega Andrea Sisti, presidente CONAF – intendono partecipare, attraverso gli Associati di tutto il mondo, a questo importante evento internazionale presentando un proprio progetto “WAA per EXPO” dal titolo “Cibo ed Identità – La Fattoria Globale del futuro”. Idee e progetti per modelli di produzione di cibo, identitari, sostenibili e duraturi. La professione dell’agronomo per la responsabilità sociale nella pianificazione e progettazione delle aziende nello sviluppo sostenibile e nella diversità dei territori delle comunità locali».

Sei gli argomenti al centro dell’attenzione: Biodiversità e miglioramento genetico; Sostenibilità e Produttività; Sviluppo ed identità locale; Alimentazione e scarti alimentari; Cultura progettuale e responsabilità sociale; Cambiamenti climatici e territorio di produzione.

«La prima importante occasione di sviluppo del tema – prosegue Sisti – è la partecipazione ad un bando internazionale organizzato da EXPO2015 sulle “Buone Pratiche di Sviluppo Sostenibile per la Sicurezza Alimentare”, ovvero “Best Sustainable Development Practices” (BSDP) – Feeding Knowledge”: questo concorso – spiega – ha lo scopo di raccogliere, mettere in luce e far conoscere progetti, servizi, prodotti, soluzioni scientifiche nel settore agricolo che abbiano ottenuto effetti migliorativi rispetto a condizioni precedenti. Le Best Practices di Expo Milano 2015 diventeranno standard di riferimento e modello di sviluppo sostenibile per tutti i Paesi del mondo, a livello ambientale, sociale, produttivo, tecnico e scientifico».

 

Le buone pratiche che verranno proposte dovranno “costruire” una storia unica sulla base del tema “Cibo ed identità – La fattoria globale del futuro” che sarà appunto oggetto del VI Congresso Mondiale. «La WAA raccoglierà le esperienze maturate dai professionisti agronomi nel mondo in un unico progetto organico – aggiunge Sisti -, declinato su tutti gli argomenti previsti».

 

Il materiale dovrà essere inviato (entro il 30 agosto) utilizzando l’apposito format disponibile sul sito della WAA-AMIA (http://www.worldagronomistsassociation.org) nella sezione “WAA for Feeding Knowledge”.

 

Milano, 9 luglio 2014 – C.s. 49

Share via email